CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute
signoralaura
...e altri selezionati food-blog
Candele con cavolfiore e crottino di capra

Primo piatto

Tempo di preparazione: 30'

Tempo di cottura: quello della pasta

Ingredienti ricetta

per due persone:

  180gr di pasta formato

  "candele"

  150gr di cavolfiore

  una ventina di nocciole

  un crottino di 2 settimane

  olio extravergine d’oliva

  sale marino integrale

  una mela (non farinosa)

  mezzo limone

  timo fresco

  pepe nero in grani

  uno spicchio d’aglio

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Migliori per l'organismo - La differenza che meno salta all'occhio, comparando i prodotti caseari derivanti dalle due zootecnie - estensiva o al pascolo ed intensiva o industriale - è quella maggiormente importante,

leggi tutto

se si pensa che al di là del piacere della buona tavola, mangiamo anche o soprattutto per nutrirci. Dal punto di vista dei macrocomponenti - proteine e grassi - i formaggi delle due "famiglie" sono assai simili tra di loro, e le differenze salienti vanno ricercate nelle componenti cosiddette "secondarie", in quanto a "peso", ma decisive per l'apporto nutrizionale offerto: vitamina A ed E, antiossidanti naturali, acido linoleico coniugato (Cla), acido butirrico e Omega3, a cui si affiancano i terpeni, responsabili degli aromi.

Anni e anni di ricerca hanno dimostrato senza ombra di dubbio che dette componenti sono presenti in misura straordinariamente maggiore nei formaggi prodotti dal latte di animali allevati al pascolo.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta

Formaggio utilizzato:

Crottino di capra a latte crudo
Peso: 20 gr
Diametro: 5 cm
Altezza: 4 cm

Stagionatura: due settimane
ProduttoreFattoria Ma' Falda Località Prodo - Orvieto (TR)

Archivio ricette


 

 una ricetta di www.ilpastonudo.it

 Questo crottino, che ha un sapore inizialmente innocuo e subito dopo più deciso, ho pensato di abbinarlo a un piatto di pasta con il cavolfiore, un ortaggio che in questo periodo adoro, purché non sia bollito a morte! Il gusto dolce della pasta liscia che amo, abbinato al cavolfiore morbido ma non troppo, al croccante delle nocciole e al piccante del crottino, e profumato con il timo. Che altro serve? Ah sì, una forchetta :-)

 
Preparazione

Lavate e mondate il cavolfiore e tritatelo grossolanamente con il coltello.

Sbucciate e grattugiate la mela con la grattugia a buchi grossi, e mescolatela con una spruzzata di limone perché non annerisca. Staccate le foglioline dai rametti del timo e mettetele da parte.

 

Sgusciate le nocciole, fatele tostare velocemente in forno a 170°C (attenzione che bruciano facilmente) fino a quando non avranno un delizioso profumo tostato, poi tritatele grossolanamente. Sbriciolate in un piattino la parte interna del caprino, più dura, e mettete il resto in un altro piattino (questa potrete capirla solo quando vedrete il crottino :-))

 

Mettete sul fuoco una pentola piena d’acqua pura per bollire la pasta.

 

Prendete una padella bella grande, coprite il fondo con un velo d’olio e metteteci uno spicchio d’aglio schiacciato; mettete il tutto a scaldare a fiamma molto bassa fino a quando l’aglio non avrà un colore leggermente dorato.

 

 Alzate leggermente la fiamma, versate nella padella il cavolfiore, la mela e il timo e salate; saltate il tutto in padella fino a quando non avrà assunto un bel colore dorato e la mela sarà leggermente caramellata.

 

Quando l’acqua bolle metteteci un pugno di sale grosso, poi buttate la pasta e mescolate un pochino.

 

Intanto aggiungete alla padella con il cavolfiore le nocciole e la parte morbida del crottino.

Togliete la pasta dal fuoco un po’ al dente, scolatela e mantecatela in padella meno di un minuto; mettete nei piatti, aggiungete il crottino sbriciolato e se vi piace una spolverata di pepe appena macinato; servite il piatto ben caldo.

Vuoi leggere l'introduzione a questa ricetta sul sito dell'autrice? Allora clicca qui!

7 ottobre 2012

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!