Diventa europea la protesta per il prezzo del latte

24 aprile 2009 – Si fa un gran parlare di crisi del latte in Italia, ma se solo si guarda un po’ più in là del naso, emerge che il periodo è duro per tutti, o quantomeno per l’Europa. Secondo l’Emb (European Milk  Board), che rappresenta i produttori di latte di quindici Paesi europei, la convergenza di vari fattori negativi, tra cui l’aumento dei costi di produzione e la concorrenza sleale di molti produttori dei Paesi emergenti, ha comportato rispetto allo scorso anno una riduzione del prezzo di vendita di almeno 10 centesimi di Euro per litro.

Quella del comparto lattiero è una crisi che vede oggi la sua crisi più grave, con centinaia di aziende che ogni anno in tutt’Europa sono costrette a chiudere, a causa di una mancanza di contrattualità con le industrie che si protrae da diversi anni, e che dal 2001 vede calare anno dopo anno il prezzo della materia prima.

«La necessità primaria di oggi», spiegano i responsabili dell’Emb*, «è quella di unire le forze dei produttori di tutta Europa per contrastare questa situazione, puntando ad un prezzo che copra i costi, e che non può essere sotto i 40 centesimi di Euro per litro (le organizzazioni agricole e delle industrie del latte, che in questi giorni hanno riaperto una trattativa in Lombardia stanno trattando con non pochi attriti di +2 centesimi di Euro e di un nuovo prezzo attorno ai 35-36 centesimi, ndr)».

Per protestare contro questa grave situazione, l’Emb passa all’azione e, appoggiata da organizzazioni locali nei vari Paesi (in Italia da Copagri oltre che da Apl, Associazione Produttori Latte, che ne è parte integrante, ndr), lancia per mercoledì 29 aprile una giornata europea di mobilitazione presso le dogane e i caseifici, affinché emergano le irregolarità delle importazioni che stanno mettendo in ginocchio un intero comparto.

* Fanno parte dell’Emb associazioni di categoria dei seguenti Paesi: Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Svizzera, Spagna, Svezia