CacioRicette Rubrica in collaborazione con...
In collaborazione con cinque tra le più interessanti food-blogger italiane, una rubrica settimanale per sostenere i formaggi di animali al pascolo: più buoni al palato e per la salute (le blogger torneranno a pubblicare nel prossimo autunno)

Sere in cucina
...e altri selezionati food-blog
Tortino di zucchine dell'orto al timo serpillo

Secondo piatto

Tempo di preparazione: 10'-12'

Tempo di cottura: 20'-30'

Ingredienti ricetta

per quattro persone:

500 gr di zucchine
6 uova fresche di galline felici
150 gr di pecorino a latte crudo semistagionato
un rametto di timo
una cipolla
sale marino fino
olio extravergine d'oliva
 

I formaggi del pascolo

Sulla superiorità dei formaggi prodotti da latte di animali al pascolo

Migliori per l'organismo - La differenza che meno salta all'occhio, comparando i prodotti caseari derivanti dalle due zootecnie - estensiva o al pascolo ed intensiva o industriale - è quella maggiormente importante,

leggi tutto

se si pensa che al di là del piacere della buona tavola, mangiamo anche o soprattutto per nutrirci. Dal punto di vista dei macrocomponenti - proteine e grassi - i formaggi delle due "famiglie" sono assai simili tra di loro, e le differenze salienti vanno ricercate nelle componenti cosiddette "secondarie", in quanto a "peso", ma decisive per l'apporto nutrizionale offerto: vitamina A ed E, antiossidanti naturali, acido linoleico coniugato (Cla), acido butirrico e Omega3, a cui si affiancano i terpeni, responsabili degli aromi.

Anni e anni di ricerca hanno dimostrato senza ombra di dubbio che dette componenti sono presenti in misura straordinariamente maggiore nei formaggi prodotti dal latte di animali allevati al pascolo.

Copyright Comunica di Stefano Mariotti® http://www.qualeformaggio.it/
Divieto di riproduzione totale o parziale senza consenso scritto

Il formaggio di questa ricetta


Pecorino a latte crudo semistagionato da animali al pascolo

Stagionatura: 45-60 giorni
Diametro: 18-20 cm
Scalzo: 5-6 cm
Peso: 1,4-1,6 Kg ca.

 

Produttore:
Azienda Agricola Castrogiovanni Maria
Volterra (PI)
telefoni: 0588.33032 - 328.0951623

 

Archivio ricette


 

 una ricetta della nostra Redazione

altA meno che non vi troviate in cima a una montagna, tra le verdure più presenti negli orti in giugno ci son le zucchine. Non è poca cosa poterne disporre, coglierle appena prima di mettersi ai fornelli, recuperare nell'angolo degli odori un bel rametto di timo, e - se avete pure le galline - rientrare in casa con tre degli ingredienti di questo appetitoso piatto.

Le cipolle e il pecorino - che come per nostra consuetudine proverrà da animali al pascolo - completeranno il necessario, aggiungendo appena il condimento: sale marino fino, del buon olio extravergine d'oliva, e il gioco è fatto: si può iniziare!

Preparazione

altIn una ciotola sbattere bene le uova intere, aggiungervi un poco di sale fino e mettere da parte.

Lavare delle zucchine di calibro non eccessivamente grande, asciugarle e affettarle a rondelle o semirondelle (dipenderà da dimensioni e gusti) dello spessore di un centimetro scarso.

In una casseruola con un fondo almeno doppio far appassire della cipolla sottilmente affettata con dei rametti di timo e dopo aver aggiunto le zucchine alzare la fiamma e saltare (o mescolare) di tanto in tanto sinché le medesime non saranno cotte ma ancora un po' "al dente", e rosolate. Salare, rimestare ancora ed abbassare la fiamma al minimo.

Sbattere ancora brevemente le uova, unirvi il formaggio e, mescolando bene, versare il composto sulle zucchine, dopo aver tolto da esse i rametti di timo. Continuare a mescolare bene con una forchettona di legno, facendo in modo che l'uovo venga ben distribuito. Continuare a mescolare sinché al centro il composto sarà ancora liquido. Nel momento in cui inizierà a coagulare, interrompere questa operazione, assicurarsi che lo spessore del composto sia all'incirca uniforme e incoperchiare.

A seconda della temperatura, della massa del composto, di quanto il fuoco sia veramente basso, del potere di diffusione del fondo della casseruola, la cottura potrà variare anche di diversi minuti. Ad ogni modo, quando la faccia inferiore del tortino sarà appena rosolata, aiutandosi con un coperchio piatto (o con un vero e proprio piatto) per girare il tortino su se stesso e far rosolare anche l'altra faccia. Servire ben caldo.

17 giugno 2015

Scopri tutto sulla superiorità dei formaggi da animali al pascolo: clicca qui!