Italia

Mercato Italia: il latte uht al primo posto segna la crisi dei valori

   Come per tutte le ricerche di mercato, qualcosa di opinabile si registra anche in quella appena pubblicata sulle vendite del settore lattiero-caseario in Italia, condotta dal Rem-Lab (Centro di ricerca su Retailing e Marketing) dell'Università Cattolica di Milano e divulgata da Assolatte. Ancora una volta vi sono ritratti gli italiani e i loro stili di vita. Consumatori che spendono 6,5 miliardi di euro nel lattiero-caseario in ipermercati, supermercati e pubblici esercizi per comperare innanzitutto latte uht (al primo posto con 961 milioni di euro di vendite e il 15% del giro d'affari complessivo del settore lattiero-caseario), mozzarelle (809 milioni di euro, pari; 12,4% del giro d'affari totale) e latte fresco (715 milioni di euro, con poco meno dell’11% del totale).

Leggi tutto...
 
Premi latte di qualità: trentotto gli indagati in provincia di Brescia

foto IZSLER©Il “sistema latte” bresciano, fiore all’occhiello della Regione Lombardia, è nel'occhio del ciclone: 37 allevatori sono stati indagati per aver avuto accesso ai premi per la qualità del latte pur non avendone titolo, grazie alla complicità - così sembrerebbe - del direttore del Laboratorio di Produzione Primaria del Centro Latte (Giuseppe Bolzoni, indagato anch’esso) presso la locale sede dell’IZSLER (Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lombardia ed Emilia Romagna).

Leggi tutto...
 
Non esiste stalla etica se la vacca non è libera di pascolare

   Sopra le righe. Pare che oggi per farsi ascoltare sia necessario l’eccesso mediatico, come se il gridare garantisca un miglior ascolto di quel che si avrebbe semplicemente parlando. La questione non riguarda pochi casi isolati, purtroppo, ed è come se tutti - dalle aziende alle testate giornalistiche - si fossero adeguati allo scontro. Che imperversa nei social network, luoghi in cui l'urlare e il sopraffare hanno surclassato il ragionamento e la capacità di confronto.

Leggi tutto...
 
Bertinelli entra in Coldiretti. Malumore nel CdA del consorzio

Nicola BertinelliA poco più di un anno dall’ultimo cambio della guardia al vertice del Consorzio di Tutela del Parmigiano Reggiano, uno dei presupposti che avevano permesso l’ampia convergenza dei consensi sull’attuale presidente, Nicola Bertinelli - la sua indipendenza dalle associazioni di categoria - viene a cadere. Bertinelli l’imprenditore di successo, Bertinelli l’innovatore e l’indipendente, a suo tempo vicino alla Cia (la sua azienda agricola è associata a quella confederazioni) ma senza mai prenderne la tessera, ha deciso di compiere il passo che ora lo lega alla Coldiretti.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 139