Italia

Vicenza: mano leggera del giudice per un caso di aflatossine

Campo di mais ad uso zootecnico colpito da aflatossineOgni anno, nei Paesi dell’Unione Europea, centinaia di allerta alimentari Rasff portano al richiamo (e ai successivi sequestro e distruzione) di un’infinità di derrate alimentari, per le più disparate cause: dai metalli pesanti oltre i limiti massimi ammessi ai pezzi di vetro finiti chissà come nel cibo, alle zoonosi come escherichia coli e salmonella, solo per citarne alcune.

Leggi tutto...
 
Stalle Aperte nel Lazio? Per i consumatori, purtroppo, non per le vacche

    “Latte vero”, “vacche felici”, “qualità del prodotto” e “benessere animale” a gogo: sono questi i quattro tasti su cui ha insistito la campagna mediatica che ha sostenuto dalla metà di novembre il lancio di un’iniziativa denominata “Stalle aperte”, tesa a promuovere il rilancio del latte alimentare e articolatasi nella giornata di ieri all’interno di undici aziende laziali aderenti al progetto “Filiera Latte Lazio”.

Leggi tutto...
 
Augusta e la diossina: l’abbattimento delle vacche era necessario?

Vacche al pascolo in aree industriali nei pressi di Augusta. Perché? - immagine tratta da un video di Augusta Online©Si riaccendono forti in questi giorni le polemiche, nella comunità di Augusta, e nel comprensorio a sud del capoluogo Siracusa, attorno alla vicenda che nella primavera scorsa portò all’abbattimento di ventiquattro vacche. Il provvedimento, venne disposto dal sindaco della città, Maria Concetta Di Pietro, su proposta dell’Asp (Azienda Sanitaria Provinciale) in quanto il latte di due di capi aveva fatto registrare livelli di diossina e furani sopra i limiti di legge.

Leggi tutto...
 
I nuovi taroccatori? Imparano l’arte casearia nel nostro Paese

    Dalle nostre pagine ne abbiamo già parlato sin dai primi tempi dell’embargo della Russia per i formaggi europei: l’impossibilità di procurarsi prodotti caseari stranieri - in particolar modo quelli francesi, italiani ed inglesi - ha portato in giro per questi Paesi un’infinità di imprenditori e tecnici di quel Paese a caccia dei segreti produttivi di molte perle casearie. Un fenomeno che ha spinto e spinge alcuni dei nostri casari ad insegnare ai colleghi russi non tanto l’italico mestiere bensì a trasferire interi know-how produttivi.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 135