Resistenza Casearia

Crisi del latte: nessuna soluzione (vera) se la qualità (reale) non verrà premiata

foto Pixabay©Su questa tragica situazione dei pastori sardi, che poi non è tanto diversa da quella dei colleghi siciliani e piemontesi, laddove essi siano asserviti all’industria, molto è stato detto e scritto in questi giorni. Talvolta con colpevole leggerezza e imprecisione o per semplice ignoranza, tanto dall’uomo della strada (“uno spreco gettare il latte”) quanto dal giornalista - che dovrebbe ben sapere di cosa parla, o scrive - e dal politico.

 

Leggi tutto...
 
Normandia: è armistizio tra produttori di Camembert tradizionale e industria

 

Sono passati sette mesi dalla deflagrazione della vicenda Camembert, uno dei più rappresentativi formaggi di Francia, che a seguito delle sventurate decisioni dell’Inao (Institut National de l'Origine et de la qualité) si è ritrovato ad avere un futuro incerto, nella prospettiva che dal 2021 quella realtà possa viaggiare sul binario ambiguo di due denominazioni distinte: una per i produttori rurali e una per quelli industriali. Denominazioni distinte, sì, ma troppo simili tra loro - “Camembert de Normandie” e “Camembert fabriqué en Normandie” - per non avere un impatto ingannevole sui consumatori.

 

Leggi tutto...
 
Nel cuneese il primo corso per aspiranti pastori e allevatori di ovicaprini

foto Comune di Paroldo©Paroldo, cittadina cuneese di poco più di duecento abitanti, è al centro di un progetto di valorizzazione della pastorizia che guarda al futuro, a quanto pare senza dimenticare il passato. Nella prossima primavera vi prenderà il via il primo corso per aspiranti pastori e allevatori di ovicaprini (il primo in Italia, finalmente), di pari passo all’apertura del museo della pastorizia, che dovrebbe prendere il nome di “Museo della Pecora e del Formaggio”.

 

Leggi tutto...
 
Le fondazioni bancarie al fianco dei formaggi storici del Sud

Il cuoco-gastronomo Rosario Umbriaco, coinvolto nel progetto ''Canestrum Casei'' - foto AGeR©Quindici formaggi del Sud Italia - prodotti in Sicilia, Sardegna, Basilicata, Calabria e Campania - guardano al futuro con rinnovato ottimismo, grazie ad uno dei progetti multidisciplinari AGeR (Agroalimentare e Ricerca), denominato "Canestrum Casei", condotto da diverse università italiane (capofila l’Università di Palermo con il suo Saaf, dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali) e supportato economicamente da un gruppo di fondazioni bancarie, di cui è capofila la Fondazione Cariplo.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 161