Resistenza Casearia

Lupo: palliativi in Veneto, abbattimenti in Trentino Alto Adige

Un esemplare di Lupus lupus, nel PArco di Spormaggiore, in provincia di Trento - foto Llorenzi - Creative Commons License©Anno dopo anno l’approssimarsi della stagione d’alpeggio si sta trasformando da festa qual era in preoccupazione per chi conduce le proprie bestie nelle Terre Alte, vivendo di quello: le predazioni di animali al pascolo da parte dei lupi sono ormai una costante e fiaccano la vita degli allevatori che ancora praticano la zootecnia estensiva. Un incubo per molti pastori e margari, dal momento che, anno dopo anno, le perdite di bestiame causate dalle incursioni dei lupi sono in incessante aumento.

Leggi tutto...
 
Era ora: il latte dell’erba sbarca nelle botteghe e nelle gelaterie di Roma

È giallo e non bianco in quanto ricco di beta carotene, il latte dell'erba dell'Agricola Salvaderi di Maleo (Lodi)Il latte d’una volta, quello delle vacche che pascolano per davvero (e non solo negli spot pubblicitari) è finalmente arrivato a Roma, dopo cinque mesi di impegnativo lavoro di selezione, di logistica, di discussione appassionata, e grazie all’iniziativa di un piccolo ma determinato gruppo di operatori - gelatieri, pasticceri e bottegai - che guardano alla qualità reale del cibo. Che si documentano e iniziano a capire, anche con l’aiuto di nutrizionisti preparati, dove sia la salute in un cibo, attraverso le analisi degli acidi grassi.

Leggi tutto...
 
Marzia Verona si racconta in streaming dall’Università di Edolo

La copertina del libro "Di questo lavoro mi piace tutto" di Marzia Verona, pubblicato nel 2012 da L'ArtisticaCon alle spalle dieci libri pubblicati tra il 2002 e l’aprile scorso, con una crescente e meritata notorietà conquistata tra chi la montagna la vive in prima persona e chi ne apprezza l’anima più autentica, Marzia Verona sarà la protagonista - giovedì prossimo 17 maggio - di uno degli incontri del ciclo “racConta la Montagna”, la rassegna letteraria che la UniMont di Edolo dedicata “all’editoria che pone l’accento sul potere culturale ed evocativo delle “terre alte””.

Leggi tutto...
 
La pastorizia sarda (r)esiste. Grazie alla manodopera rumena

Il lavoro del pastore costringe alla solitudine, condizione di vita ancora più dura se il lavoratore è un emigratoCome buona parte della produzione di Grana Padano e Parmigiano Reggiano è legata alla forza lavoro degli indiani sikh, quella dei formaggi sardi è strettamente connessa sin dai primi anni di questo secolo alla concreta presenza di lavoratori rumeni. Un fenomeno tutt’altro che trascurabile, per le molte vicissitudini che il mondo pastorale sardo sta attraversando, non ultima l’incapacità di coinvolgere i propri giovani nelle aziende di famiglia.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 159